La cellulite non ha soluzione chirurgica
4 aprile 2015
Obesità infantile=NO LIPO
23 aprile 2015
Vedi tutto

La rinoplastica oggi.

La rinoplastica (vedi pagina dedicata) l’intervento di rimodellamento del naso, è uno degli interventi più richiesti in chirurgia estetica. La rinoplastica consente di modificare la forma e le dimensioni del naso migliorando l’armonia del viso senza però stravolgere la sua fisionomia.

Più esattamente, la chirurgia estetica del naso consente di aumentare o diminuire le dimensioni del naso (troppo piccolo, troppo grande o troppo largo), cambiare la forma del dorso (incavato o con presenza di gobba o gibbo) e della punta (troppo larga, troppo stretta o troppo lunga), modificare l’ampiezza delle narici e cambiare l’angolo tra la fronte e il naso o tra il naso e il labbro superiore.

Con questo tipo di intervento è possibile correggere anche difetti post-traumatici o presenti dalla nascita e problemi respiratori.

A seconda della tecnica utilizzata dal chirurgo, si parla di rinoplastica “chiusa” o “aperta”.

La rinoplastica chiusa è indicata per nasi che presentano piccoli difetti. Questa tecnica consiste nell’effettuare tutte le incisioni all’interno del naso. La rinoplastica aperta è utilizzata per correggere difetti importanti. Questa tecnica prevede, oltre alle incisioni effettuate nella rinoplastica “chiusa”, anche un’incisione sulla columella (ovvero alla base della piramide nasale). Anche questa tecnica, se correttamente eseguita, non lascia cicatrici visibili.

La rinoplastica, inoltre, può essere eseguita da sola o in associazione alla chirurgia funzionale del naso (rinosettoplastica, chirurgia dei polipi nasali e dei turbinati).

Non esistono limiti di età per sottoporsi a questo tipo di intervento, ma è preferibile aspettare la fine dello sviluppo delle strutture ossee e cartilaginee che avviene generalmente intorno ai 18-20 anni.

La chirurgia di rimodellamento del naso è uno degli interventi di chirurgia estetica più difficili e complessi. Quando questo tipo di intervento viene eseguito da uno specialista in chirurgia plastica, esperto nel modellamento del naso e in strutture autorizzate, i risultati sono molto buoni. Si tratta comunque di una procedura chirurgica in cui le complicanze sono rare ma possono accadere ed essere agevolmente superate solo se l’intervento è eseguito da uno specialista in chirurgia plastica. Per ridurre i rischi di complicanze è comunque fondamentale seguire esattamente i consigli e le istruzioni che vi darà il chirurgo prima e dopo l’intervento. I fumatori dovrebbero diminuire l’uso di sigarette perché il fumo può aumentare il rischio di complicanze e causare ritardi di guarigione.

Le incisioni sono assolutamente invisibili in quanto nascoste all’interno delle cavità nasali.

L’intervento di rinoplastica dura circa un’ora e mezza ed è del tutto indolore.

Nelle 48 ore successive all’intervento di rinoplastica dovrete rimanere a riposo con la testa sollevata. A partire dal terzo giorno potrete riprendere a svolgere una vita normale evitando però attività faticose, saune e bagni turchi, l’esposizione al sole, l’assunzione di cibi e bevande molto calde e limitando al massimo l’uso degli occhiali. Nei primi due giorni potranno (solo talvolta) apparire gonfiore ed ecchimosi intorno agli occhi. Dopo sette giorni dall’intervento il chirurgo procederà alla rimozione del tutore di alluminio ed il vostro naso, assumerà giorno dopo giorno la forma armonica che era stata concordata prima dell’intervento. Un certo gonfiore potrà persistere anche per parecchie settimane soprattutto sulla punta del naso.

La rinoplastica consente di ottenere risultati molto soddisfacenti sia per il paziente che per il chirurgo. Il risultato, generalmente molto buono e apprezzabile già dopo le prime due settimane, sarà definitivamente raggiunto a distanza di circa 6/12 mesi dall’intervento.

Comments are closed.