Area interessata: viso-corpo-arti
Tipologia: ambulatoriale
Ritorno al sociale: immediato
Medicazioni: 7-14 gg
Esposizione al sole dopo l’intervento: 1 mese

DESCRIZIONE INTERVENTO

La formazione di cicatrici di cattivo aspetto, retraenti, rilevate, depresse, o allargate è un evento non raro.

L’infezione delle ferite, metodi di sutura non corretti, la tensione della cute durante la guarigione, la predisposizione a formare ipertrofie, possono contribuire alla formazione di cattive cicatrici. Sebbene le cicatrici non possano mai essere cancellate, esistono metodi correttivi appropriati a seconda del tipo di problema, capaci di renderle meno visibili.

Le cicatrici ipertrofiche possono essere trattate con infiltrazioni locali di cortisone ad intervalli di 4-6 settimane.

Cicatrici diastasate (allargate) o infossate possono essere corrette mediante loro asportazione completa e riconfezionamento della sutura secondo criteri estetici.

Ferite solamente depresse possono talvolta essere soltanto “riempite” con tessuto adiposo autologo (lipofilling).

Cicatrici retraenti devono essere opportunamente sbrigliate e allungate secondo tecniche di chirurgia plastica adeguate (plastiche a “Z”).