Area interessata: volto
Esecuzione: 20′
Ritorno al sociale: immediata
Anestesia:nessuna o locale
Esposizione al sole dopo l’intervento: 1 settimana

DESCRIZIONE INTERVENTO

Si definiscono filler tutte le sostanze sostanze riempitive particolarmente indicate per il trattamento di:

  • RUGHE del volto (nasogeniene, perilabiali, perioculari, glabellari)
  • LABBRA: aumento della definizione e del volume
  • ZIGOMI: incremento della proiezione e perfezionamento della form
  • MANDIBOLA e NASO: definizione del profilo (rinofiller)

L’acido ialuronico è la sostanza che viene più comunemente impiegata. Il perfezionamento tecnologico della molecola è ormai molto elevato e pressoché equivalente nei molti nomi commerciali che il mercato offre. Essa garantisce piena bio.-compatibilità coi tessuti, assenza di reazioni allergiche, ripetibilità del trattamento e totale riassorbibilità.

Negli anni si sono alternate moltissime sostanze candidate ad essere il riempitivo (filler) ideale, ma nessuna ha saputo unire i pregi e le doti dell’acido jaluronico, che infatti è diventato la molecola d’elezione nel trattamento dei volumi del volto.

A seconda delle esigenze e delle indicazioni si possono utilizzare sostanze riassorbibili (lento o rapido riassorbimento) o non riassorbibili. La preferenza personale è su filler riassorbibili per la minore infiammazione che inducono nella cute, la maggiore tollerabilità e per la migliore modellabilità del risultato. L’impiego di sostanze riassorbibili consente inoltre di adattare il trattamento alle varie fasi di invecchiamento delle zone del volto. Anno dopo anno sarà possibile ripetere i trattamenti modellandoli all’evoluzione dei tessuti stessi.

La procedura di applicazione è semplice e si esegue in ambulatorio, è minimamente dolorosa (in casi limitati si può accompagnare ad anestesia locale o topica) e ripetibile nel tempo per perfezionare o aumentare ulteriormente il risultato ottenuto. Nello stesso tempo, dopo la prima seduta non è obbligatorio procedere con applicazioni successive se non si volesse mantenere il risultato.

I pazienti posso rientrare alla propria attività immediatamente dopo il trattamento, si possono sviluppare ematomi puntiformi nelle sedi di ingresso dell’ago, che tuttavia svaniscono in poche ore.

in alternativa o in associazione:


  1. Laser CO2 – crea una ulteriore levigatura delle parti interessate
  2. Laser IPL –amplifica incrementa gli effetti del filler su tono, luminosità e compattezza della cute
  3. Biorivitalizzazione e PRP – accentua l’idratazione della cute

ALCUNI INTERVENTI CON FILLERS

I NOSTRI PARTNERS